Qualcosa di buono

Collana:

Cosa può succedere quando una donna innamorata viene tradita dal suo amore e deve fare i conti con una malattia inesorabile?

O quando si trova sola in una terra straniera, senza una casa e con un bisogno intenso di essere amata e di amare?

O quando per debolezza rinuncia ad un amore straordinario?

Il desiderio di amare e di essere amati, così profondo e fragile, è il tessuto di queste storie.

Tre donne, di fronte a momenti drammatici della loro vita, si pongono una domanda: c’è qualcosa di buono per me?


Qualcosa di buono su facebook »

Libri affini

Paola Gianni Cecilia

disponibile anche in eBook

Giorgia Coppari Tutto al suo posto

disponibile anche in eBook

Giorgia Coppari La Promessa

disponibile anche in eBook

Audio e Video

Giorgia Coppari presenta “Qualcosa di buono”

L’autrice di La Promessa presenta il suo nuovo romanzo: Qualcosa di buono (Itaca, 2012).

2 Commenti a “Qualcosa di buono”

  1. Natascia Proietti ha detto:

    Dopo aver letto questo libro, ho capito che anche a me è stato regalato “qualcosa di buono”. Affacciarmi alla finestra della vita e guardarla con occhi diversi, assaporarne ogni suo attimo e sentirne ogni profumo sulla danza di note non più stonate. Grazie per questo dono speciale.

  2. Filomena Pazienza ha detto:

    Ho avuto il piacere di leggere il libro “Qualcosa di buono” che, come mai successo prima, ho letto in meno di 4 giorni.
    Mi dispiaceva quasi averlo letto così in fretta… mi sarebbe mancato nei giorni seguenti. Leggere quelle pagine nell’attesa del giorno dopo, chiuderle nell’attesa che il giorno dopo potessi scoprire e leggere quelle successive, per seguire la storia di quei protagonisti, condividere quelle storie da cui trapela qualcosa di “sano”, mi ha calamitata. Quelle storie, seppur immaginarie, racchiudono i pensieri di chi le scrive, scuotono me lettrice, perchè magari qualcosa di quel che leggo lo vivo anche io, non tanto per la vicenda in sè, quanto per quell’amore, quel cambiamento, quella fiducia e quella preghiera, racchiusi in quelle pagine. Grazie

Commenta