Il rischio della libertà

Un'esperienza di scuola

Prefazione di Fausto Leidi

Collana:

Si può insegnare puntando sulla libertà dell’altro? Si può vivere l’insegnamento da uomini liberi, affascinati dalla realtà e capaci di stare davanti ai propri allievi prendendo sul serio le loro esigenze più vere? Si può far funzionare una scuola senza cadere nella preoccupazione organizzativa che la riduca a puro meccanismo gestionale?

Partendo dall’esperienza di insegnamento all’interno di una comunità scolastica, dal confronto, dal giudizio e al tempo stesso da quanto scoperto attraverso situazioni e problematiche vissute, l’Autore cerca di rispondere alla domanda su quale sia il compito degli insegnanti, riportando al centro del percorso educativo parole, spesso dimenticate, come libertà, verità, accoglienza, desiderio, stupore.

La riflessione non delinea un modello astratto di scuola, ma apre alla verifica dell’ipotesi educativa e culturale che la caratterizza proprio grazie al continuo riferimento all’esperienza, entrando nello specifico della didattica e individuando nella dimensione narrativa dell’insegnamento una modalità da privilegiare.

Queste pagine descrivono una pratica di conoscenza, di insegnamento e di convivenza, ricca di fatti che accadono in classe, durante le lezioni e non solo, che rende la stessa proposta educativa viva e appassionante, anzitutto per gli insegnanti e di conseguenza per gli allievi. Esse perciò si pongono come un contributo al dibattito sulla scuola e sul compito affascinante di educare.


Audio e Video

A scuola di responsabilità. Roberto Laffranchini ospite a Rete Uno-RSI

Qual è oggi il compito dell’insegnante? Come concilia la libertà dell’allievo con l’educazione, il rigore, la disciplina? Ne parla in studio Roberto Laffranchini, autore del libro “Il rischio della libertà. Un’esperienza di scuola” (11 marzo 2016).

 

Si può insegnare puntando sulla libertà degli allievi? Roberto Laffranchini a Rete Due

L’intervista radiofonica del canale radio svizzero all’autore del libro “Il rischio della libertà”, nato come riflessione sull’esperienza educativa di docente e direttore di scuola (8 febbraio 2016).

Roberto Laffranchini alla Radiotelevisione svizzera: “Come motivare i ragazzi? Solo una persona appassionata sa appassionare qualcun altro”.

L’autore del libro “Il rischio della libertà” risponde in studio alle domande sul fascino dell’esperienza educativa. Con un servizio realizzato nella scuola media cattolica “Parsifal” di Lugano.
Per vedere l’intera puntata del 5 marzo 2016: http://www.rsi.ch/play/tv/strada-regina/video/il-fascino-dellesperienza-educativa?id=6911873

Devi accettare i cookie della categoria "Targeting" per visualizzare il contenuto dell' iframe

Eventi


“Il rischio della libertà”: presentazione a Breganzona – Lugano

4 febbraio 2016 ore 20.30
Aula magna del Liceo Diocesano, via Lucino 79
Breganzona - Lugano

“Il rischio della libertà”: presentazione a Breganzona – Lugano

4 febbraio 2016 ore 20.30
Aula magna del Liceo Diocesano, via Lucino 79
Breganzona - Lugano

Rassegna Stampa

Il rischio della libertà fa rima con pazienza e gratuità

14 luglio 2016
su "Libertà di Educazione"


Il rischio della libertà

giugno 2016
su "Verifiche"


L’educazione che rende liberi

6 febbraio 2016
su "Giornale del Popolo"


Un commento a “Il rischio della libertà”

  1. Dina ha detto:

    Caro Roberto, complimenti sentiti per il tuo libro che ho letto in un battibaleno; una scrittura coinvolgente capace di comunicare in modo immediato ed efficiente il valore del testo lasciando trasparire la tua umanità.
    Bella la considerazione che dedichi a tua moglie e ai tuoi figli!
    Sei riuscito a creare una buona struttura personale raccontando una storia e non elencando semplici fatti chiave.
    Certo è che, il “leggerti” ha ridicolizzato ogni mia certezza educativa; grazie a Dio non si termina mai di imparare!!
    In tutto il tuo scritto hai mantenuto il punto focale sulla certezza che ogni studente potrà sentirsi circondato da un abbraccio educativo che inizia a casa con noi genitori e si estende a scuola sino a voi insegnanti, in un clima di partecipazione e collaborazione; bello Roberto caro perché ogni genitore si potrà sentire tranquillizzato nella lotta quotidiana della realtà scolastica dei loro figli, con le proprie fatiche le difficoltà, il tuo scritto insinua al lettore, un senso nuovo delle cose che non può più prescindere da quello che hai raccontato.
    Che dire ancora ?
    I nostri figli sono proprio in ottime mani.
    Un caro e grato saluto
    Dina

Commenta


Maggiori informazioni

Chiudi

Necessari

I cookie necessari sono i cookie tecnici cioè quelli il cui utilizzo non richiede il consenso dell’utente.

Questi cookie sono essenziali per consentire di navigare in un sito web e utilizzarne tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, un sito web non potrebbe fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere. Un cookie di questo tipo viene inoltre utilizzato per memorizzare la decisione di un utente sull’utilizzo di cookie sul sito web.

I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando questa funzionalità.
In generale comunque i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante.

Chiudi

Statistiche

I cookie statistici vengono utilizzati per monitorare le performances del sito, per esempio per conoscere il numero di pagine visitate o il numero di utenti che hanno visualizzato una determinata sezione.

I cookie statistici utilizzati dal nostro sito si avvalgono di servizio di Google Analytics.

L’analisi di questi cookie genera dati statistici anonimi e aggregati senza riferimento alcuno all’identità dei navigatori del sito. Sono utili anche per valutare eventuali modifiche e miglioramenti da apportare al sito stesso.

Chiudi

Targeting

I cookie di targeting sono cookie impostati da terze parti come YouTube, Facebook, Twitter.

Questi cookie tengono traccia del tuo comportamento come la riproduzione di video o quali tweet hai già visualizzato.

Se non viene dato il consenso a questi cookie, non sarà possibile guardare i video su questo sito web o utilizzare la funzionalità di condivisione sui social.

Questi cookie possono essere utilizzati dal fornitore di cookie per creare un profilo dei tuoi interessi e mostrarti pubblicità pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma si basano sull'identificazione univoca del browser e del dispositivo Internet.

Chiudi