A proposito di… Chiamatemi Isa

Pubblicato il 13 dicembre 2016

di Letizia Bardazzi

Al suo terzo romanzo, Giorgia Coppari è più che mai capace di farci stupire davanti al creatore delle cose e dell’universo. Chi crea l’uomo mendica così tanto il suo cuore, ha così tanto bisogno di essere corrisposto che dispone per lui la migliore situazione per rendergli facile questo riconoscimento. Per ognuno una strada diversa, e anche nei casi più ostinati ci prepara una via con grandissima e paziente creatività.

Protagonista del romanzo è una donna che vive una eccessiva e ossessiva preoccupazione della propria esteriorità e del proprio essere. Né bella fuori né bella nell’anima, Isa e basta, dice agli altri di sé. Ma ciò che la natura sembra averle sottratto, Isa cerca di riprenderselo attraverso il potere e il denaro e piccoli istanti di riconoscimento da parte di altri: briciole. Nell’esperienza della compassione per la sventura di una coppia di anziani scopre però due compagni di strada, e durante una nuotata in cui viene risucchiata dalle onde e travolta dalla forza del mare conosce il suo desiderio di vivere, di non finire, urlando perdono per l’ingratitudine verso la vita. Per la prima volta conosce quella forza eccezionale e potente che la vita ci consente in ogni momento e che ci fa sentire voluti all’esistenza. Il mare dà energia e fa sentire amata e creata la protagonista. Questo sembra poter bastare a eliminare il cinismo di Isa, ma la bruttezza è per lei una malattia incurabile che indurisce il cuore e che convince di non poter essere amati da niente e da nessuno. Ogni fatto che le accade finisce per essere letto attraverso la lente del suo aspetto esteriore.

Isa avrà una rivincita personale sul suo destino, otterrà, in modo diverso da quello che pensava, tutto ciò che desiderava, ma rimarrà cinica e spietata come è sempre stata fino a quando non scoprirà che non è la bellezza che può eliminare la solitudine e non è l’apparenza che può sciogliere il risentimento che ha sempre tenuto addosso.
Qual è la vera bellezza? Esiste una bellezza che non si vede con gli occhi? Per che cosa si vive? Cosa permette la durata dell’amore? Cosa fa nascere la gratitudine e la compassione?
Sono queste le domande che il romanzo suscita, in un affascinante corpo a corpo fra l’uomo e chi lo crea: «È come quando uno sente il battito del proprio cuore e ne è grato: non è che prima il cuore non battesse!».
La solitudine è eliminata solo dalla consapevolezza di esserci perché creati, e allora il tempo della vita diventa lo svolgersi dell’attesa del Creatore che chiede il nostro amore.

 

Commenta


 

Maggiori informazioni

Chiudi

Necessari

I cookie necessari sono i cookie tecnici cioè quelli il cui utilizzo non richiede il consenso dell’utente.

Questi cookie sono essenziali per consentire di navigare in un sito web e utilizzarne tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, un sito web non potrebbe fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere. Un cookie di questo tipo viene inoltre utilizzato per memorizzare la decisione di un utente sull’utilizzo di cookie sul sito web.

I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando questa funzionalità.
In generale comunque i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante.

Chiudi

Statistiche

I cookie statistici vengono utilizzati per monitorare le performances del sito, per esempio per conoscere il numero di pagine visitate o il numero di utenti che hanno visualizzato una determinata sezione.

I cookie statistici utilizzati dal nostro sito si avvalgono di servizio di Google Analytics.

L’analisi di questi cookie genera dati statistici anonimi e aggregati senza riferimento alcuno all’identità dei navigatori del sito. Sono utili anche per valutare eventuali modifiche e miglioramenti da apportare al sito stesso.

Chiudi

Targeting

I cookie di targeting sono cookie impostati da terze parti come YouTube, Facebook, Twitter.

Questi cookie tengono traccia del tuo comportamento come la riproduzione di video o quali tweet hai già visualizzato.

Se non viene dato il consenso a questi cookie, non sarà possibile guardare i video su questo sito web o utilizzare la funzionalità di condivisione sui social.

Questi cookie possono essere utilizzati dal fornitore di cookie per creare un profilo dei tuoi interessi e mostrarti pubblicità pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma si basano sull'identificazione univoca del browser e del dispositivo Internet.

Chiudi