Giovanni Chiaramonte

Nato nel 1948 a Varese da genitori di Gela, GIOVANNI CHIARAMONTE comincia a fotografare alla fine degli anni Sessanta, operando per la ripresa della forma figurativa, seguita alla grande stagione astratta e informale di certe tendenze della Pop Art e dell’Arte Concettuale. L’immagine di Chiaramonte si genera sin dall’inizio nella tradizione teologica ed estetica di H.U. von Balthasar e della Chiesa d’Oriente, incontrata in P. Evdokimov, O. Clément, A. Tarkovskij, e ha come tema principale il rapporto tra luogo e destino nella civiltà occidentale. Per la ventennale collaborazione con riviste e istituzioni nazionali e internazionali l’Università di Palermo gli conferisce la Laurea honoris causa in Architettura il 25 ottobre 2005. Nel 2006 il professor Italo Zannier gli assegna il Premio Friuli Venezia Giulia per la Fotografia.

Born in Varese in 1948 of parents from Gela in Sicily, GIOVANNI CHIARAMONTE began his activity as a photographer at the end of the 1960s, working toward a return to figurative form after the great abstract and Informel season of certain tendencies of Pop and Conceptual Art. Chiaramonte sank his roots from the very beginning in the theological and aesthetic tradition of Hans Urs von Balthasar and of the Eastern Church encountered in the work of Pvel Evdokimov, Olivier Clément, Andrey Tarkovsky. On October 25, 2005, he was awarded an honorary degree in Architecture by the University of Palermo, for his twenty years of contribution to magazines and work with national and international institutions on the theme of the city and how people live. In 2006 he received the Friuli-Venezia Giulia Award for Photography.

Inserti

Se anche la terra trema

Una storia per lasciarsi contagiare da chi è rinato Le scosse di terremoto che hanno ferito l’Emilia portano il senso di una irreparabile ingiustizia. Le immagini dei capannoni afflosciati nella Bassa e dei centri storici violati …

Autore

L’altro_Nei volti nei luoghi

Una dimensione assolutamente nuova dell'abitare sta emergendo nelle città europee: oggi nei più importanti quartieri che hanno costruito nei secoli l'identità delle principali città abitano e vivono il loro destino numerose etnie non europee che …

Curatore

Lungo i fiumi

Lungo i fiumi presenta una raccolta di interviste con il fotografo americano Robert Adams e una selezione di immagini di paesaggio per lo più inedite. Le conversazioni affrontano i temi fondamentali dell’oggi: il compito dell’arte e …

Testi

Note di luce

Note di luce è un viaggio attraverso l’anima del Teatro "Massimo Bellini" di Catania, uno sguardo d’autore che oltre a mostrare lo splendore dei luoghi racconta quanto avviene prima, durante e dopo un’opera, un concerto, …

Autore

Nascosto in prospettiva

Nascosto in prospettiva raccoglie 72 immagini scattate da Giovanni Chiaramonte tra il 1980 e il 1999 lungo la penisola delle figure che è l'Italia. Chiaramonte giunge alla rappresentazione del paesaggio e alla veduta urbana dopo un …

Autore

Hidden in perspective

Traduzione in lingua inglese del volume Nascosto in prospettiva. In Chiaramonte’s pictures, the world opens up to a moment of reflection and contemplation on the destiny of man and civilization. And in travel, every aspect of …

Curatore

Luce istantanea

A 25 anni dalla morte di Andrej Tarkovskij, 60 polaroid scattate dal grande regista in due momenti decisivi del suo itinerario artistico ed esistenziale: l’ultimo periodo della sua residenza in Russia e i primi vagabondaggi dell’esilio in Italia. Un personalissimo diario della luce che nell’umile piccolezza dei luoghi e dei gesti quotidiani rivela ad ognuno la grandezza e la responsabilità di essere immagine e somiglianza di Dio.